Gli anni (Annie Ernaux)

Un libro che all’inizio non capivo, una serie di frammenti, a volte di un paio di righe, mi sembrava che fosse una specie di prologo.

I frammenti continuano, pagina dopo pagina, come dei bigliettini dove ti sei segnato qualcosa che per te è importante in quel momento, come frasi di un diario dove puoi scrivere poche parole o pagine per descrivere un’emozione, un fatto, spesso tutti e due.

E’ un racconto per immagini singole, in ordine cronologico, parte dalla seconda guerra mondiale e via via attraversa la vita dell’autrice e la storia della Francia, che è spesso la storia dell’Europa, la nostra storia.

E più il racconto va avanti e più trovo punti di contatto fra la vita del racconto e la mia, a volte per i fatti a volte per le emozioni. E mi appassiono, e voglio sapere, e cerco il tempo di leggere per “vedere” la prossima cartolina dal suo (o mio?) passato.

E il tempo passa e il racconto spesso duro ti costringe a riflettere su tante cose accadute, su come eravamo e come siamo diventati nel corso di questi decenni, con una trasformazione lenta ma che indietro non può tornare

Arrivi ai nostri giorni nostri e non sai se ha letto la storia di una scrittrice o la storia della tua generazione o di quella che ti ha preceduto.

Un racconto appassionante, come raramente un libro è riuscito a fare. Un libro di eccezionale bellezza ed efficacia

Valutazione personale 5 su 5

 

 

 

 

 

Advertisements

Certezze (Mário de Miranda Quintana)

 

Non voglio qualcuno che muoia d’ amore per me…
Ho solo bisogno di qualcuno che viva per me, che voglia stare con me, abbracciandomi.
Non esigo che questo qualcuno mi ami come io lo amo,
voglio appena che mi ami, non importandomi l’intensità.
Non ho la pretesa di piacere a chi mi piace…
Nè di far sentire la mancanza che sento, l’importante per me è sapere che io, in qualche momento, sono stato insostituibile…
che questo momento sia stato indimenticabile…
Voglio solo che il mio sentimento sia valorizzato.
Voglio sempre avere un sorriso stampato sul mio viso, anche quando la situazione non sarà molto allegra…
E che questo sorriso riesca a trasmettere pace per chi mi sta attorno.
Voglio poter chiudere i miei occhi e immaginare qualcuno…
ed avere l’assoluta certezza che anche questo qualcuno mi pensi quando chiudo gli occhi,
che senta la mancanza quando non gli sto vicino.
Vorrei avere la certezza che, a prescindere dalle mie rinunce e pazzie,
qualcuno mi valorizzi per quello che sono, non per ciò che ho…
Che mi veda come essere umano completo, che abusi dei buoni
sentimenti che la vita gli fornisce, che dia valore a ciò che realmente
importa, che è il mio sentimento… e non giochi con questo.
E che questo qualcuno esiga che non cambi mai, per non crescere mai,
per essere sempre lo stesso.
Non voglio litigare con il mondo, ma se un giorno succederà, voglio avere
forza sufficiente per dimostrargli che l’amore esiste…
Che è superiore all’odio e al rancore, e che non esiste vittoria senza umiltà e pace.
Voglio poter credere che se anche oggi fallisco, domani sarà un altro giorno,
e se non desisterò dai miei sogni e propositi,
forse otterrò il risultato e sarò pienamente felice.
Che mai lasci che la mia speranza sia messa in fuga da parole pessimiste…
Che la speranza mai mi sembri un “no” che la gente si ostina a macchiare di verde e intenderlo come un “sì”
Voglio poter avere la libertà di dire ciò che sento ad una persona, di poter
dire a qualcuno quanto è speciale ed importante per me,
senza preoccuparmi di terze persone…
Senza correre il rischio di ferire una o più persone con questo sentimento.
Voglio, un giorno, poter dire alle persone che nulla fu invano…
Che l’amore esiste, che vale la pena concedersi alle amicizie e alle persone,
che la vita è bella, e che io sempre diedi il meglio di me stesso..
e che ne valse la pena.

Traveling on the boat – Myanmar – dec 2016 (In viaggio sulla barca)

a trip to this boat allow you to meet people trying to sell or exchange something to live, or go on pilgrimage to some temples far away; they carry everything they need for a few days’ travel, clothing and food, goods, blankets for the cold, plastic covers to protect themselves from rain, plants, everything.

 

un viaggio in questa barca ti porta ad incontrare persone che cercano di vendere o scambiare qualcosa per vivere, oppure vanno in pellegrinaggio in qualche tempio lontano; si portano tutto ciò che può servire per un viaggio di qualche giorno, vestiario e cibo, merci, coperte per il freddo, teli di plastica per proteggersi dalla pioggia, piante, tutto.

 

Monks and monkeys – Myanmar – dec 2016 (Monaci e scimmie)

In this sacred place hundreds of monkeys wait, starve, sometimes chase visitors to have peanuts, foods that are sold at the entrance for this purpose. We are carefully avoid it, given the lack of familiarity with these animals!

(In questo luogo sacro centinaia di scimmie aspettano, fissano, a volte rincorrono i visitatori per avere delle noccioline, cibi che vengono venduti all’ingresso con questo scopo. Noi ce ne siamo ben guardati, vista la mancanza di dimestichezza con questi animali!)

 

Una cosa divertente che non farò mai più (David Foster Wallace)

immaginatevi una persona giovane, colta, attenta, sensibile, spiritosa spedita su una nave di lusso per una crociera “7NC sette notti ai Caraibi” per raccontarla in modo dissacrante

ecco, questo libro è una raccolta di scene descritte superbamente con esilarante ironia in cui l’autore racconta il lusso della nave, le varie attività ricreative, i comportamenti degli ospiti con occhi e parole che vi faranno divertire veramente, e poi riflettere sui nostri tic e le nostre contraddizioni

eccone una:

“Ho sentito cittadini americani maggiorenni e benestanti che chiedevano all’Ufficio Relazioni con gli Ospiti se per fare snorkeling c’è bisogno di bagnarsi, se il tiro al piattello si fa all’aperto, se l’equipaggio dorme a bordo e a che ora è previsto il Buffet di Mezzanotte”

un libro intelligente e che mi ha fatto davvero ridere, da solo!

valutazione personale 5 su 5

ottima l’interpretazione di Paolo Pierobon sul podcast della Rai (#AdAltaVoce http://www.adaltavoce.rai.it/dl/portali/site/articolo/ContentItem-a1019025-b25e-400c-827f-fedfa11c83a1.html)